giovedì 29 giugno 2017
28.08.2013 - Marco Risi

Statale 20 un male antico a cui nessuno vuole porre rimedio

La frana che ha bloccato la SS20 in questi giorni

Consultando l'archivio storico del quotidiano "La stampa"  utilizzando le parole chiave "Statale 20 del Colle di Tenda frana" compaiono almeno 26 articoli e stiamo parlando di un arco temporale che va dal 1966 ad oggi. Alfio Canu 50 anni  Mario Rapetti 42 anni sono le vittime delle frane  sulla statale 20.

Correva l' anno 1966 Mario Rapetti padre di 4 figli si recava al lavoro la sua auto fu investita da una frana in territorio francese. Rimase schiacciato da un masso le cronache riportano che l' auto dello sfortunato tecnico era ridotta all' altezza di appena 40 centimetri una morte orribile. 

Alfio Canu il 14.01.1994 accompagnava il figlio Germano ai giochi della gioventù a Limone Piemonte vennero investiti  dai massi  il padre morì il figlio restò praticamente illeso . Gli incidenti stradali poi sono all'ordine del giorno sopratutto di centauri che affrontano le insidiose curve della SS20 a volte con poco raziocinio. 

Negli anni sono stati stanziati 202 miliardi per la sicurezza della SS20 ma ogni anno le frane bloccano la circolazione sia stradale sia ferroviaria. Si parla da anni del raddoppio del tunnel del Colle di Tenda ad oggi l' unica soluzione trovata è il senso unico alternato in una galleria di due secoli fa.

Vi sono giorni in piena stagione sciistica che per raggiungere Limone Piemonte,  65 km da Ventimiglia, si rischia di impiegare anche 2 ore per il traffico ed i semafori.

Si interviene a tratti  la SS20 è un cantiere continuo in ogni periodo dell' anno ma tutti questi interventi non risolvono le problematiche.

Il traffico pesante già nel 1991 faceva sinistramente chiamare la SS20 "Strada della Morte" per la pericolosità del tracciato.

Oggi  ci chiediamo a cosa sono serviti quei 202 miliardi di vecchie lire stanziati per la messa di sicurezza della  SS20 ?

Servono ancora le riunioni in stato di emergenza ?

O sarebbe meglio intervenire in maniera radicale su tutto il tracciato della SS20 e mettere in sicurezza.

Il raddoppio del tunnel se si farà con un tracciato esposto a frane non aumentera soltanto il pericolo di altre morti causate dalle frane sulla SS20?

Domande, ancora domande speriamo di poter vedere per la SS20 delle soluzioni  un giorno non lontano.

In allegato gli articoli scritti in occasione delle tragedie del 1994 e del 1966 (fonte archivio storico de La Stampa)

 

Files:
0108 01 1966 0099 0013 89813201.3 M
0722 01 1994 0013 0017 10446304366 K
 

La frana che ha bloccato la SS20 in questi giorni


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo