martedì 29 novembre 2022
17.05.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Genova: il Tribunale del Riesame si "riserva" su Conti e Caltagirone

Nella fattispecie la corte genovese, investita del ricorso avverso il provvedimento reso dal Gip Colamartino che lo scorso 21 Aprile aveva decretato i domiciliari per Francesco Bellavista Caltagirone e la scarcerazione per Carlo Conti, si è riservata di decidere. Lo farà quasi sicuramente all'inizio della prossima settimana.

Il ricorso era stato formulato dal Pubblico Ministero Antonia di Lazzaro avverso il provvedimento del Gip Ottaviano Colamartino che, clamorosamente, aveva ribaltato le sorti "carcerarie" dei due arrestati eccellenti nell'ambito dell'inchiesta "Porto di Imperia s.p.a.": Francesco Bellavista Caltagirone e Carlo Conti.

Al primo, il noto costruttore romano, erano pertoccati i "domiciliari" al secondo, ex direttore dei lavori nell'ambito del costruendo bacino portuale imperiese, la scarcerazione "tout court" in attesa di giudizio.

Ora il ricorso dell'accusa capace di sparigliare le carte in un tavolo processuale che pare non avere fine. Ovviamente l'accusa punta molte delle sue carte sul rischio che i due, da fuori, possano ancora condizionare l'iter burocratico/politico di un bacino portuale che pare, però, drammaticamente bloccato ed in mano come un cerino acceso al nuovo commissario prefettizio imperiese.

Ovvero che i due possano fuggire e riparare all'estero.

"Fantasie". Rispondono i difensori dei due indagati. Sabato, ma a questo punto Lunedì se ne saprà di più. In attesa ovviamente che inizi il processo vero e proprio in cui i due sono indagati unitamente ad altre nove persone, per le quali l'udienza preliminare è fissata per il 30 Maggio.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo