lunedì 5 dicembre 2022
16.06.2012 - Alice Borutti

Taggia: la New Millenium inizia la bonifica dell'acquitrino e fa un altro esposto in Procura

In allegato la lettera della New Millenium

La New Millennium, finanziaria responsabile della costruzione di box interrati e posteggi nell'area dell'ex ferrovia di Arma di Taggia, ha ieri comunicato che farà l'ennesimo esposto in Procura lamentando irregolarità da parte del Comune di Taggia, rappresentato da Sindaco Vincenzo Genduso, e Area 24, rappresentata all'epoca da Tullio Russo e ora da Giuseppe Argirò.

La New Millennium, facente capo a Mauro Cartasegna, di Savona, resosi pare irreperibile per lunghissimo tempo e ora riapparso, dopo aver vinto il ricorso al TAR si era vista ribaltare la sentenza in Consiglio di Stato e ora attende il giudizio della Cassazione, si ritiene parte offesa.

Il Comune di Taggia con l'ordinanza n. 84 del 31 maggio 2012 ha intimato alla società di bonificare il piano interrato dei box, allagato da più di un anno, diventato un ricettacolo non solo per topi e qualche anatra ma soprattutto per potenziali agenti patogeni. Gli abitanti della zona sono infatti molto preoccupati dalla possibilità di poter sviluppare malattie respiratorie senza contare i miasmi che provengono dall'acquitrino. La New Millennium nella lettera dichiara di iniziare i lavori di bonifica lunedì 18 giugno, premettendo che il Comune, compiendo secondo loro un abuso, ha tolto i cancelli e ha reso inaccessibile l'area del cantiere (nelle foto in allegato a voi il giudizio sull'inaccessibilità).

La New Millennium contesta ancora al Comune e ad Area 24, di aver realizzato 90 posti auto nell'area di cantiere e soprattutto il by-pass della pista ciclopedonale, sostenendo che il diritto di superficie era unicamente suo e che non vi erano pericoli per la sicurezza dei cittadini da giustificare tale “sopruso”. Il Comune d'altra parte ribatte che la New Millennium è una concessionaria e non proprietaria dell'area, pertanto tolta la concessione non avrebbe alcun diritto su questa.

Nessuna menzione viene fatta agli acquirenti dei box e posti auto costruendi, riunitesi in comitato, i quali sono sempre in attesa di capire dove siano finiti i soldi del loro investimento.


Files:
Rif. ordinanza n.84 del 31.05.201282 K
 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo