sabato 3 dicembre 2022
13.07.2012 - Alice Borutti - Marco Risi

Violentate e costrette a prostituirsi, arrestati due romeni a Riva Ligure

Agenti della squadra mobile di Imperia e di Vicenza hanno arrestato un uomo e una donna rumeni per aver costretto alla prostituzione attraverso violenze anche sessuali e percosse, delle connazionali attirate in Italia attraverso la promessa di un lavoro regolare.

Radita Andrea Guiman e Damian Roman sono stati arrestati ieri mentre si trovavano a Riva Ligure in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere, disposta dal Gip presso il Tribunale di Vicenza. La donna e l'uomo sono cittadini rumeni, accusati di sfruttamento della prostituzione e lesioni a carico di due connazionali, attirate in Italia dietro la promessa di un lavoro da cameriera.

Le vittime erano state prima private del proprio passaporto e poi costrette a prostituirsi dando agli sfruttatori una percentuale sul lavoro svolto costrette da minacce e anche dalle violenze sessuali esercitate da un terzo rumeno che è ancora ricercato. Le indagini sono infatti partite il 27 maggio quando due delle prostitute-vittime a Vicenza hanno fermato un auto sulla statale per chiedere aiuto in stato di grande agitazione, l'italiano a bordo le ha aiutate a scappare e ha dato loro rifugio per tre giorni quando queste sono andate in Questura a Vicenza per sporgere denuncia.

Il terzo rumeno ricercato al momento risulta all'estero, tutti i canali internazionali sono stati attivati per riuscire ad arrestarlo, sul suo capo pende anche una contestazione di violenza sessuale ripetuta a carico delle vittime.  


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo