martedì 19 settembre 2017
28.12.2012 - Alessandra Chiappori

A Torria tra musica e Presepe

Sabato 29 dicembre serata in compagnia del Coro Mongioje in concerto e visite al prezioso Presepe di Giuseppe Ascheri

Il presepe di Giuseppe Ascheri esposto a Betlemme

Sabato 29 dicembre, alle ore 21, il Coro Mongioje di Imperia si esibirà in concerto presso la chiesa parrocchiale di san Martino, a Torria, nell’entroterra imperiese. Occasione imperdibile per riascoltare alcuni brani della tradizione natalizia in questo periodo di vacanze, ma, ancora di più opportunità, per chi ama l’arte del presepe, di ammirare una Natività del tutto particolare, già esposta con successo in eventi internazionali.

Proprio a Torria infatti, nell’ex aula scolastica in piazza Brigata Liguria, è stato allestito da Giuseppe Ascheri un particolare Presepe che riproduce l’edificio stesso all’interno del quale la Natività è rappresentata: il loggiato settecentesco cioè, con abbeveratoio ad angolo, in pietra, della piazza di Torria. “Si tratta di un presepio di tipo popolare – spiega Ascheri, presidente del Coro Mongioje nonché noto presepista i cui lavori hanno raggiunto anche la stessa Betlemme - ovvero in cui l'ambientazione tocca epoca e luogo diversi da quello storico in cui visse Gesù. Il più famoso presepe popolare è quello napoletano, quando invece la scena riprende le caratteristiche del paesaggio palestinese, come si pensa fosse duemila anni fa, allora il presepe si definisce di tipo storico o orientale”. Una scelta scenografica, quella di ambientare parte della Natività a Torria, una sorta di “licenza poetica per variare la “quinta” sviluppata intorno all’abbeveratoio: “Accanto al loggiato, che costituisce il caseggiato principale del presepio – prosegue Ascheri descrivendo l’opera - sulla scena compaiono anche altre costruzioni, che però non appartengono alla piazza, dunque questa risulta diversa da come si presenta nella realtà. Gli edifici sono di fantasia, solo due sono riproduzioni tratte dalla realtà: l'abbeveratoio e la chiesa. Questa, nella realtà, è una chiesa campestre, isolata, inserita nel presepio per "arricchire" la scena e renderla un po’ più varia: si tratta della chiesa di San Giacomo a Barcheto, ben visibile oltre il torrente Impero, di fronte a chi, transitando sulla Statale 28 verso nord, esce dall'abitato di Castelvecchio”.

Questo Presepe è stato realizzato nell'autunno del 1997 per la Chiesa N.S. di Loreto a Borgo Peri a Imperia, dove è stato allestito nel Natale dello stesso anno. Successivamente è stato esposto all’Arena di Verona (alla  "15^ Rassegna Internazionale del Presepio nell'Arte e nella Tradizione")  dal 5 dicembre 1998 al 31 gennaio 1999; a Rueil Malmaison (Parigi) (nel  Salone  Richelieu  dell'Hotel  de Ville, alla mostra "Creches du Monde") dal 15 dicembre 2000 al 20 gennaio 2001; al Museo dell'Olivo della Ditta  Fratelli  Carli  di  Imperia (nella  mostra "Presepi ed Olivi") dall'8 dicembre 2004 al 6 gennaio 2005. Ascheri l’ha ora donato al Comune di Chiusanico.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo