sabato 25 gennaio 2020
23.01.2012 - REDAZIONE

La confartigianato e lo sciopero dei tassisti

Questa mattina Confartigianato Imperia ha sostenuto le ragioni della protesta della categoria e si è schierata accanto ai tassisti in stato di agitazione contro le liberalizzazioni.

Le ragioni sono profonde e le radici di questa protesta affondano nel terreno dell’incertezza rispetto alla versione definitiva del decreto rispetto al quale Confartigianato Nazione intende proseguire con modalità intercolutorie che possano favorire la costruttiva interlocuzione con il Governo. Nonostante questo e le parole rassicuranti di Catricalà dei giorni scorsi, occorre riflettere circa la condizione di lavoro di questa categoria, da anni considerata come beneficiaria di una posizione di vantaggio e privilegiata.

In questo senso, al fine di raggiungere gli obiettivi che il Governo intende perseguire, non è necessario svilire un’intera categoria di lavoratori e deprivarla di valore, tanto meno è utile l’introduzione del principio dell’extraterritorialità che ridurrà il mercato ad una vera e propria jungla, con zone ritenute meno redditizie in cui nessun tassista deciderà di operare per privilegiare quelle località con una migliore prospettiva di corse da effettuare. In questo senso le liberalizzazioni miglioreranno le condizioni del mercato in favore dei cittadini e degli utenti?

Inoltre per favorire l’economia del nostro paese occorre sostenere la piccola e media impresa con interventi che possano agevolarla nella sua gestione quotidiana riducendo la burocrazia che costa svariati milioni di euro a ciascun imprenditore.

Il miglioramento del servizio cittadino e le possibili modificazioni della viabilità urbana che potrebbero permettere il raggiungimento di questi obiettivi sono state oggetto di una interessante discussione intrapresa tra l’Assessore avv. Gianni Berrino e i rappresentanti dei tassisti, nel corso della protesta di questa mattina.

Vengono segnalate dagli operatori e dai loro rappresentanti alcune importanti azioni che potrebbero favorire i consumatori quali: il ripristino della convenzione per la tariffa agevolata nelle tratte da e verso l’ospedale civile di Sanremo, la predisposizione di corsie preferenziali per i taxi che possano ridurre i tempi della corsa e quindi anche il costo, ecc..

L’Amministrazione comunale in questo senso si è resa disponibile al confronto, per questo nei prossimi giorni sarà richiesto un incontro nel corso del quale verranno avanzate le proposte delle categorie all’Assessore Berrino ed alla Commissione Viabilità della città dei fiori.

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo