sabato 19 settembre 2020
07.02.2012 - REDAZIONE

Imperia: la "confartigianato" sul problema della discarica di inerti

In merito al dibattito in atto sulle discariche di inerti, che a causa della carenza di impianti obbliga gli artigiani edili a rivolgersi a siti lontani o a centri privati con forti costi, la Confartigianato di Imperia interviene chiedendo agli enti pubblici di prendere posizione.

 

“E' da tempo che ci battiamo affinché ci sia un intervento pubblico per quel che riguarda le discariche di inerti in provincia di Imperia – ha detto il presidente della categoria edili della Confartigianato Antonio Sindoni - Per questo comprendiamo e condividiamo le proteste dei lavoratori dell'edilizia, già alle prese con una crisi pressante che si sta riflettendo su tutto il settore. La carenza di siti pubblici, obbliga gli artigiani a forti spese per la necessità di

trasportare il materiale per diversi km o di rivolgersi a discariche private che applicano costi superiori. Come abbiamo già ottenuto un successo in Liguria con la small business act, grazie alla quale anche imprese famigliari potranno accedere ad agevolazioni ed appalti, auspichiamo che presto anche il problema degli inerti venga recepito e preso in considerazione da chi di dovere. Non ci si può ridurre sempre all’ultimo momento per trovare soluzioni – conclude Sindoni - obbligando così chi subisce le conseguenze di questi ritardi a dover accettare le condizioni che vengono imposte”. 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo