venerdì 24 gennaio 2020
16.07.2012 - redazione

Sinergie tra politica e mondo dell'imprenditoria alla 2° festa del pesce dell'ANGA

Alla presenza dell' Assessore Regionale all' Agricoltura Giovanni Barbagallo, dei consiglieri Giancarlo Manti e Marco Scajola, di Marco Roverio , di Lino Bloise, Arturo Croci, Walter Pironi, Fiorenzo Gimelli, Fulvio Bordogna, Rita Ballestra e di un larga rappresentanza di neo agricoltori si è svolta venerdì 13 Luglio ad Arma di Taggia la seconda festa del pesce organizzata dai militanti del' ANGA IMPERIA, l'associazione che raggruppa i giovani di Confagricoltura.
I nuovi imprenditori hanno trasformato la serata in un colossale punto di ritrovo giovanile. Un gran tripudio popolare circondati dalla bellezza della natura e dal magico mondo dei fiori.

Pisciadela ,fugassa e sardenaira, bouillabaisse, formaggio,vino, prodotti tipici e pesce fritto a volontà, cucinato magistralmente da Fiorenzo i protagonisti indiscussi della serata. Tutti hanno una storia "eroica", da raccontare , finalmente i giovani , il sindacato e la politica uniti e vicini alle reali problematiche del comparto; tanti ricordi, un unico desiderio, creare aggregazione e associazionismo .
Una serata d'altri tempi , una festa giovanile sentita e apprezzata con sorrisi sinceri e ritrovamenti festosi; le foto ricordo, i calici di vino in cielo per brindisi improvvisi, antichi attrezzi di una realtà contadina ancora viva disseminati in tutta l'azienda, la fila davanti alla cucina, il vento, le stelle e la luna che illuminano la serata con la sensazione di allegria dappertutto. Non si avverte per fortuna , la spaccatura, il distacco, tra gente che vive con sincerità e passione l'agricoltura ed il mondo politico, in passato troppe volte teso a teorizzare burocraticamente, con un linguaggio spesso retorico, il valore umano di questo tipo di manifestazioni.
E ancora oggi valido quindi, quanto scrisse nel 1964 il Professor Puccini ( direttore della Stazione Sperimentale per la Floricoltura di Sanremo dal 1959 al 1979: «E' necessario che ogni agricoltore veda nel suo vicino collega non un nemico, non un concorrente temibile, ma un leale collaboratore, col quale formare una solida alleanza»

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo