lunedì 5 dicembre 2022
03.07.2012 - Redazione

Sanità Imperiese: Marco Scajola interviene sull’alienazione dei beni immobili dell’ASL 1.

Il Consigliere regionale del PDL, dopo la risposta dell’Assessore alla Sanità Ligure, Montaldo: “La Regione Liguria ha imposto all'Asl 1 di vendere alcune strutture a causa della grave situazione in cui versano le casse della Sanità regionale”.

A seguito dell’interrogazione del Consigliere Regionale, Marco Scajola, sull’hospice di Costarainera, l’assessore regionale Montaldo è intervenuto per rispondere. Scajola, a seguito della risposta ricevuta, così commenta: “La Regione Liguria ha imposto all'Asl 1 di vendere alcune strutture a causa della grave situazione in cui versano le casse della Sanità regionale. Per colpa di errori e di sprechi di altri, il nostro territorio deve subire scelte forti come la vendita di importanti strutture sanitarie senza direttamente vedere ritorni sul proprio territorio. L'Hospice – continua il consigliere regionale - che ha svolto fino adesso un sevizio eccellente presso il Barellai, a detta di Montaldo, è oramai in procinto di trasferirsi presso il Borea di Sanremo. Se da una parte può essere condivisa la scelta di questa nuova sede, dall'altra denunciamo il fatto che la regione non darà contributi in più all'Asl 1 per pagare i lavori  di sistemazione del nuovo sito, ma lascerà il cerino in mano all'azienda sanitaria imperiese che dovrà allestire, con costi significativi, la nuova realtà. Come spesso accade la Regione agisce con superficialità e scarsa attenzione alle esigenze del nostro territorio, attuando politiche improvvisate che, presumibilmente, non risolveranno alcun problema sia sul piano economico che su quello organizzativo. Per noi – conclude Scajola - l'importante è che non si penalizzi il territorio e che i cittadini della provincia di Imperia siano trattati come gli altri liguri senza dover assistere ad un declino o ad un peggioramento del servizio”.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo