mercoledì 12 giugno 2024
24.01.2012 - REDAZIONE

Taggia: ok dell'Idv ad una alleanza civica in vista delle elezioni

L’Italia dei Valori a Taggia favorevole, in vista delle comunali, ad una riedizione dell’alleanza civica.

“ Per quanto concerne le alleanze in vista delle ormai imminenti elezioni comunali di Primavera a Taggia, siamo favorevoli, come partito, ad una riedizione di quella civica coalizione che cinque anni fa portò all’elezione dell’attuale Sindaco Vincenzo Genduso. Desideriamo quindi collaborare per una riedizione della medesima con tutte le sue componenti e, dunque, pure con gli attuali assessori Alberghi, Cagnacci ed Arieta con i quali così proficuamente abbiamo collaborato sino ad oggi. Lo dico con la massima franchezza possibile perché qualcuno non abbia a pensare, o peggio a scrivere, che l’Italia dei Valori intenda porre dei paletti ed esprimere degli ostracismi all’interno della maggioranza che ha governato in quest’ultimo lustro. L’Italia dei Valori, inoltre, tiene a sottolineare come a Taggia così come altrove non abbia dei nemici ma solamente degli antagonisti la cui filosofia politica ed amministrativa consideriamo distante dalla nostra visione.

Per tale motivo già sin d’ora nel Comune maggiore della Valle Argentina ci consideriamo antitetici all’ex Vice- Sindaco Neuroni ma non certo ad Alberghi, Cagnacci od Arieta con i quali per cinque anni abbiamo camminato, lo ripeto, assieme”: con queste parole il Partito guidato a livello nazionale dall’Onorevole Antonio Di Pietro questa mattina esprime, per bocca del suo Segretario Provinciale Gabriele Cascino che tra l’altro vive nel quartiere costiero di Arma, i suoi intendimenti in vista delle elezioni amministrative che si terranno nella quarta città dell’Imperiese la prossima Primavera.

L’Italia dei Valori, dunque, preconizza una riedizione dell’attuale schieramento di maggioranza che si possa confrontare da una parte con il centro- destra e dall’altra, forse, con la sinistra, considerato che già oggi fa parte della maggioranza ed esprime in Giunta l’Assessore Domenico Garofalo. “ Solamente qualora  l’attuale schieramento di maggioranza, non dovesse trovare una soluzione politica su un candidato Sindaco comune e dovesse quindi, inesorabilmente spaccarsi, ci considereremmo liberi da ogni vincolo e cominceremmo a cercare di tessere alleanze con i vari partiti e liste civiche cominciando dal Pd, dal quale cinque anni fa ci divise il progetto Genduso, e dal Sel.

Potremmo però pure decidere di correre da soli con una nostra lista aperta alla società civile” conclude, infine Cascino illustrando quelli che potrebbero essere ulteriori scenari qualora la maggioranza che sostiene il Sindaco Genduso dovesse dividersi. A Taggia, ricordiamo, che si vota in un unico turno contando il Comune, seppur di poco, meno di quindicimila residenti.

Sergio Bagnoli   


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo