venerdì 18 settembre 2020
23.01.2013 - REDAZIONE

Scuola: ad Imperia riparte il progetto "Pedibus - andare a scuola a piedi"

Iniziativa promossa dal Centro di Educazione Ambientale del Comune di Imperia, in collaborazione con Regione Liguria, Arpal, Asl ed Enti e Associazioni che hanno aderito all'iniziativa.

Riparte in questi giorni, presso la Scuola di L.go Ghiglia, il progetto “Pedibus: andare a scuola a piedi”, l’iniziativa  proposta dal Centro di Educazione Ambientale del Comune di Imperia in collaborazione con Regione Liguria, ARPAL, ASL, Enti e Associazioni di volontariato che hanno partecipato attivamente all'iniziativa. Primi fra tutti la COOP Liguria che, come conferma Oliva Faccio «oltre a sponsorizzare il progetto insieme a ARPAL e Regione Liguria, aiuterà il CEA a sviluppare e stampare un gioco-decalogo che verrà distribuito a tutti i bambini partecipanti».

«Un doveroso ringraziamento – dichiara Sonia Grassi -  Dirigente del Settore Servizi Sociali ed Educativi del Comune di Imperia – va ai volontari che ogni giorno portano i bambini a scuola, insegnando loro il corretto comportamento da mantenere quando si cammina sul marciapiede o si attraversano le strade».

Giuseppe Benanti, Vladimiro Boggero, Mino Gazzano, Vito Marotta, Maria Luisa Paglieri e Giuseppe Pisciotta sono i volontari dell'ACI di Imperia che unitamente ai “nonni vigili” dell'Associazione Auser “Filo d'argento”: Vincenzo Angirillo, Graziella Amberto e Mario Molinari accompagnano ogni mattina i bambini fino alla scuola di Largo Ghiglia.

«L’obiettivo è attivare un servizio di Pedibus anche a Sanremo - aggiunge la direttrice dell'ACI di Imperia e di Sanremo Brunella Giacomoli. Andare a piedi, rispettare l'ambiente, oltre a se stessi, è una regola fondamentale anche per strada. La speranza è di reperire i finanziamenti per orientare alle buone regole della sicurezza stradale i ragazzi delle scuole medie, poiché la cultura del rispetto, così come ogni altra cultura, si acquisisce, si interiorizza e si riproduce attraverso l'esempio e la pratica, cominciando da quando si è bambini».

«L’auspicio –  conclude la dott.ssa Monica Previati del Centro di Educazione Ambientale del Comune di Imperia - è di attivare il progetto Pedibus anche a Porto Maurizio, perché questa iniziativa trovi sempre maggiore sviluppo soprattutto in una città come Imperia dove il sole e l'aria pulita di stimolano la voglia di camminare. Disegni e pensieri fatti dai bambini, verranno raccolti e presentati durante la giornata finale che si svolgerà a maggio e che mi auguro sia input per  l’Amministrazione e i genitori dei ragazzi a proseguire su questa strada… a piedi ovviamente!».

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo