domenica 14 aprile 2024
19.07.2012 - Giuseppe Picchianti

Diritto allo studio: la parola all'Associazione Genitori A.ge

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dell'AGE. La parola a Deborah Murante.

L'Associazione Genitori A.ge vuole intervenire sulle ultimi questioni legate alla mancata possibilità di frequenza di alcuni studenti ad alcune scuole M.Polo - Istituto Alberghiero.
E' un episodio a dir poco inaccettabile togliere ai ragazzi il diritto allo studio. In ambedue i casi non garantire l'istruzione è assurdo tanto più che in un caso non viene garantita la frequenza dell'ultimo anno scolastico quindi la maturità ad un gruppo di ragazzi che sono quasi arrivati al loro obbiettivo perchè sono troppo pochi mentre nell'altro caso vengono discriminati i non residenti ( e spero che sia questa la motivazione perchè se fosse veramente per la bocciatura ha ancora di più dell'assurdo) perchè gli iscritti sono tanti. Il problema -scrive la Murante- non deve essere risolto nè dai docenti nè tanto meno dai genitori ma del Dirigente e dal MIUR. Non dimentichiamoci che l'obbligo di frequenza è fino a 16 anni e quindi se parliamo di OBBLIGO bisognerebbe, tagli o non tagli, assicurare il diritto all'istruzione a questi ragazzi e non dobbiamo mai e poi mai dimenticare che stiamo parlando di giovani che faranno il nostro futuro probabilmente anche meglio di quello che noi gli abbiamo offerto. Idee per trovare una soluzione ne avremmo anche ma forse non sarebbero mai approvate per vari motivi quindi vi chiediamo a nome di tutti quelli che vogliono studiare di trovare al più presto una soluzione senza penalizzare nessuno e ricordiamoci che in tanti ci stanno già provando a fare dei nostri giovani delle MENTI NON PENSANTI mentre invece dovrebbero sapere che sono la fonte del XX secolo.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo