martedì 29 novembre 2022
02.01.2013 - Donatella Lauria

Porto di Imperia, i proprietari dei posti barca:"è una situazione sempre più drammatica"

Dopo la firma da parte del dirigente del settore porti e demanio del Comune di Imperia Pierre Marie Lunghi, dell'atto che certifica ufficialmente l'avvio del procedimento di decadenza della concessione demaniale in capo alla Porto di Imperia SPA, arrivano le reazioni da parte di due tra i più importanti esponenti tra i proprietari di posti barca: il presidente dell'Appi Giovanni Cozzolino e Fernando Zucconi di Assoporto, quest'ultimo, molto duro con il Comune di Imperia: "Capisco che Lunghi per questioni d'ufficio abbia dovuto farlo , ma è indegno di un Paese civile il fatto che il Comune che fa parte della Porto di Imperia Spa si erga a giudice imparziale. Il Comune è implicato nella vicenda in quanto parte della Porto di Imperia Spa, ma gode del beneficio della decadenza. L'amministrazione sceglie la strada più semplice per lui, mentre, sarebe più etico salvaguardare chi ha investito nei posti barca che, ricordiamo, non sempre è gente ricca." Anche Giovanni Cozzolino esprime un parere negativo sulla gestione della situazione da parte del Comune di Imperia: "Rimane la drammaticità della situazione. il Comune ha gestito malissimo la situazione. Questo non è l'ultimo atto della vicenda perché si possono fare ancora le contro deduzioni e i ricorsi. Diciamo almeno che adesso si esce dall'ambiguo, perché fino a ieri non c'era nemmeno la chiarezza sul mantenimento della concessione. Adesso quantomeno sappiamo che strada dovremo imboccare, è un punto di partenza".


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo