martedì 29 novembre 2022
18.05.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Sanremo: "taglieggiavano" la dipendente, condannati.

Condannati ieri dal G.u.p. Maria Grazia Leopardi i titolari di una ditta di serramenti di Sanremo che a cavallo del 2007 e del 2008 avevano decurtato l'importo della busta paga di una loro dipendente minacciandola di licenziamento qualora avesse "parlato".

Ieri per Michele Aurigo (anni 48) e Maurizia Aurigo (anni 39) è scattata una sentenza di condanna per gli episodi estorsivi perpetrati a danno di una loro dipendente di 26 anni a cavallo del 2007 e del 2008.

Nella fattispecie i fratelli, titolari di una azienda a conduzione familiare ("Al Profilo") sanremese, avevano taglieggiato la dipendente sulla busta paga. In particolar modo a Michele Aurigo contestate due estorsioni consumate, alla sorella un tentativo di estorsione.

Alla loro dipendente, in più occasioni, formalmente nel prospetto paga risultava un pagamento pari ad Euro 900,00 ma nella realtà dei fatti venivano poi attribuiti solo settecento Euro e duecento euro tornavano, quindi, a finire nelle tasche del "datore" di lavoro. Non bastava! Poichè vi erano anche le minacce di licenziarla se avesse aperto bocca.

Ieri l'Aurigo è stato condannato a tre anni di reclusione. La sorella a dieci mesi di reclusione, pena sospesa. Alla vittima è stato liquidato un risarcimento provvisionale di Euro 3.000,00.

Insomma il mondo del lavoro diventa sempre più duro. A volte occorre pagare per continuare a lavorare...


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo