martedì 25 luglio 2017
01.02.2013 - REDAZIONE

Ventimiglia: i Carabinieri traggono in arresto il pregiudicato Arleo

Biagio Arleo, sul cui capo pendeva una condanna in via definitiva emessa dal Tribunale di Nizza per violazione della legge sugli stupefacenti, si era reso irreperibile. I militari lo hanno tratto in arresto mentre percorreva un tratto di ferrovia a piedi in zona San Secondo di Ventimiglia. Ora per lui si prospetta l'estradizione verso la Francia. I dettagli dell'arresto.

Al termine di una specifica attività posta in essere dal Comando Stazione di Ventimiglia Alta con il supporto degli uomini  della Compagnia di Ventimiglia, nella serata di ieri i Carabinieri hanno individuato e tratto in arresto Arleo Biagio 62enne residente a Ventimiglia, pregiudicato, di fatto resosi da tempo irreperibile.

Nei confronti dell’uomo infatti pendeva un provvedimento di estradizione emesso dal Ministero della Giustizia su richiesta dell’Autorità francese, a seguito della pena divenuta definitiva emessa con sentenza del Tribunale di Grande Istanza di Nizza del 18.02.2000 con la quale è stata inflitta la reclusione ad anni 7 poiché responsabile di violazione alla legge degli stupefacenti commessi in territorio francese negli anni 1997 e 1998.

I militari che da tempo erano sulle sue tracce, lo hanno sorpreso mentre e a piedi percorreva il tratto di ferrovia nella zona di  San Secondo a Ventimiglia, proprio per eludere i controlli. Scoperto, l’uomo ha tentato la fuga finita nei pressi dell’ufficio postale in piazza Cesare Battisti dove è stato circondato e bloccato con l’intervento di alcune auto del Nucleo Radiomobile. Successivamente invano ha provato nuovamente a divincolarsi e scappare mentre veniva condotto all’interno della caserma.

Arleo da tempo viveva lontano dalla sua famiglia, trovando rifugio in alcuni casolari abbandonati sul Granmondo, e nelle zone di Ciaixe, Verrandi e Madonna delle Virtù, attento a cambiare periodicamente dimora proprio per sfuggire ai controlli dei Carabinieri che continuavano a braccarlo.

In attesa della consegna alle autorità francesi, su disposizione della Corte di Appello di Genova, l’uomo è stato temporaneamente associato presso la Casa Circondariale di Sanremo.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo